ricette

Chiacchiere di carnevale leggere e friabili

Siamo in pieno Carnevale e anche noi ci siamo dati alla produzione dei dolci tipici di questo periodo. Ogni famiglia ha la sua ricetta e non vogliamo aprire una discussione su quale sia la migliore, ma se pensate che una frappa, per essere buona, debba essere leggera e friabile, allora con noi avete fatto centro!

chiacchiere di carnevale leggere e friabili dolci senza latte senza latticini dairyfree

A casa di “Lui” convivono due realtà: quella mantovana e quella cremonese. Le lattughe della nonna paterna mantovana erano fritte nel lardo di maiale e avevano il burro nell’impasto e una consistenza simile alla pastafrolla. Buone si ma forse un po’ pesantine, anche se in tempi recenti erano state “alleggerite” friggendole nell’olio. Le mie preferite però erano e sono tutt’ora “li gali” della nonna materna, cremonese di origine. Queste chiacchiere sono leggere, friabili, con una consistenza simile alla pasta sfoglia, insomma.. buonissime! Ma qual è il segreto di questo successo? Dopo averne parlato in famiglia e abbiamo ottenuto il consenso per condividerlo con voi: gli ingredienti e la lavorazione!

chiacchiere di carnevale leggere e friabili dolci senza latte senza latticini dairyfree

Con le dosi indicate sotto dovrete mettere in conto circa due ore per la preparazione.

Le chiacchiere di carnevale leggere e friabili

senza latticini_smalloksenza lievito_smallok

chiacchiere di carnevale leggere e friabili dolci senza latte senza latticini dairyfree

per l’impasto:

  • 500 g di farina tipo 00
  • 1 uovo intero e 3 tuorli
  • 30 g di zucchero
  • 150 ml di vino bianco

Per spennellare la sfoglia:

  • 50 g di burro a temperatura ambiente oppure olio di riso
  • Olio di arachidi per friggere
  • Zucchero a velo per guarnire

Procuratevi anche una macchina per tirare la sfoglia.

Mescolate farina, zucchero e uova in una terrina di dimensioni adeguate. Aggiungere il vino bianco un po’ alla volta, continuando a mescolare, fino a ottenere un impasto sodo, simile per consistenza a quello per la pasta all’uovo. Se serve, aggiungetene ancora un po’, ma difficilmente arriverete a 200 ml.

chiacchiere di carnevale leggere e friabili dolci senza latte senza latticini dairyfree

A questo punto dividete l’impasto in palline di dimensioni non troppo grandi e tiratele nella macchina per la sfoglia. Arrivate fino ad uno spessore appena superiore a quello che volete avere per le vostre frappe, ma che sia comunque sottile (la nostra macchina della pasta, della Marcato, va da 1 – molto grosso – a 9 – sottilissimo: abbiamo tirato l’impasto fino al buco n. 5.).

Ora prepariamo la magia: tagliate la sfoglia in parti lunghe circa 30-40 cm e con un dito spennellatela con uno strato quasi impercettibile di burro o di olio; dovete metterne davvero poco, un film sottilissimo sulla parte centrale, per questo consigliamo di usare le dita e non un pennello. Fatto questo ripiegate su se stessa la sfoglia (piegandola a metà trasversalmente) con la parte unta all’interno e ripassatela nella macchina per la sfoglia avendo l’accortezza di infilarla dal lato della piega. Ogni tanto pulite anche i rulli per eliminare l’unto in eccesso. Ripetete l’operazione per 3 volte e infine passatela nello spessore definitivo (nel nostro caso il buco n. 6).

Ritagliate la sfoglia in rettangoli ed incideteli con due taglietti paralleli all’estremità, poi ripiegatene gli angoli ottenendo una specie di fiocchetto.

chiacchiere di carnevale leggere e friabili dolci senza latte senza latticini dairyfree

Posizionate le galle su un vassoio di cartone cosparso di farina fino al momento della frittura.

Perché si fa tutto questo? In questo modo ottenete una sfoglia fatta di tanti strati sottilissimi di pasta alternati a grasso (burro o olio) che in fase di frittura si gonfieranno, separandosi, e creando la consistenza che cercate.

Per la frittura procuratevi una padella con i bordi alti, serve un bel po’ d’olio; noi abbiamo fritto nel wok con olio di arachidi. Aspettate che l’olio vada in temperatura e poi immergetevi pochi pezzi per volta: le galle tenderanno a galleggiare per cui munitevi di pinze o di qualche altro attrezzo per aiutarvi a spingerle in basso e tenerle immerse. Fatele colorire leggermente poi scolatele con la schiumarola e asciugatele con la carta assorbente o facendole scolare su una griglia per fritti. Cospargetele con zucchero a velo e… buon Carnevale!!!

 chiacchiere di carnevale leggere e friabili dolci senza latte senza latticini dairyfree

8190 amici sono stati qui 9 amici oggi sono stati qui

Pensacuoca e Fotomangio

Gli articoli di Pensacuoca e Fotomangio sono quelli scritti a quattro mani. La maggior parte dei nostri articoli nasce così, dopo lunghe trattative su tutto. Lui è preciso, ha un ottimo palato e la pazienza per settare correttamente la macchina fotografica. Lei è quella creativa ma scapestrata.

2 commenti

Clicca qui per postare un commento

Ti è piaciuto? non ti è piaciuto? lasciaci un commento!

    • Grazie Aless, buon carnevale anche a te! sono assolutamente da provare, ci dispiace essere arrivati un po’ in ritardo sul carnevale, ma per il martedì grasso sei acnora in tempo a provarle!

Non perderti nessun articolo!

Orgogliosi di essere in

Orgogliosi di essere in

Partecipiamo al

Partecipiamo al

Archives

Acqua&Menta è membro di

aifb associazione italiana food blogger

Seguici su:

 

facebooktwittergoogle+pinterestyoutuberss

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: