ricette

Cioccolatini senza stampini: tartufi di cioccolato

“Tartufon? se bon!” recitava un vecchio spot e noi, nel nostro delirio al cioccolato di questi giorni potevamo farci mancare i morbidi bocconcini di cioccolato ricoperti? Ne abbiamo in varie versoni: aromatizzati all’arancia e con copertura croccante, ricoperti di cocco, di nocciole, di pistacchi, per tutti di gusti, insomma! Ne proponiamo anche una versione da passeggio (o da buffet) innestati su lungo stuzzichino per gustarlo comodamente senza nemmeno sporcarsi le dita!

Tartufi di cioccolato fondente

senza glutine_smalloksenza latticini_smalloksenza lievito_smalloksenza uova_smallokvegano_smallok

tartufi-838-2

Per circa 20 tartufi di cioccolato impiegherete circa mezz’ora di lavoro più i tempi di raffreddamento e dovete procurarvi:

  • 150 g panna di soia (o altra panna vegetale; leggete con attenzione la lista ingredienti)
  • 200 g cioccolato fondente (o al latte o bianco o gianduia e chi più ne ha più ne metta… secondo le vostre preferenze!)

Procedimento:

  • Fondete il cioccolato a bagnomaria
  • Sbattete il composto con una frusta elettrica per qualche minuto, aromatizzandolo con essenze o spezie (peperoncino in polvere, essenza di menta, cannella, ruhm, …).
  • Potete aggiungere all’amalgama nocciole tritate finemente, farina di cocco, miele, meringhe o ciò che più vi ispira.
  • Mettete il composto in frigorifero per un’oretta in modo che rassodi (quando fate la pallina deve essere soda, se non lo è rimettete il cioccolato in frigorifero).
  • Formate delle palline lavorando il composto con le mani; fatele rotolare nel cacao amaro, nella granelle di nocciole, nella farina o cocco …
  • Potete guarnire il tartufo con una nocciola, una mandorla, ecc. spingendola al centro della pallina.
  • Potete anche infilare il tartufo su uno spiedino di bamboo e presentarlo come se fosse un chupa-chupa di cioccolato, eventualmente ripassandolo nel cioccolato fondente sciolto in modo che risulti ancora più goloso (e a quel punto rotolarlo nella granella di nocciole, attaccarci pezzettini di frutta secca o quello che più vi ispira la vostra ormai sconfinata golosità!).

DSC_0218-2

 

tartufi di cioccolato fondente al ruhm e cocco:

  • base (200 g cioccolato fondente e 150 g panna di soia)
  • per aromatizzare: 1 cucchiaio di ruhm e 1 cucchiaio di farina di cocco
  • per decorare: farina di cocco q.b., un pezzettino di cocco essiccato

tartufi-826

tartufi di cioccolato fondente, arancia e pistacchio:

  • base (200 g cioccolato fondente e 150 g panna di soia)
  • per aromatizzare: zest di arancia, se si vuole qualche goccia di essenza naturale di arancia e un cucchiaio di pistacchi tritati grossolanamente
  • per decorare: un cucchiaio di pistacchi tritati finissimi e una scorzetta di arancia

tartufi-838-2

tartufi di cioccolato fondente e cannella:

  • base (200 g cioccolato fondente e 150 g panna di soia)
  • per aromatizzare: cannella q.b. (quantità a seconda dei gusti, assaggiate mentre aromatizzate)
  • per decorare: cacao q.b.

tartufi di cioccolato fondente, miele e nocciole:

  • base (200 g cioccolato fondente e 150 g panna di soia)
  • per aromatizzare: 1 cucchiaio di miele e 1 cucchiaio di nocciole tritate
  • per decorare: cacao q.b. + eventualmente una nocciola intera a guarnizione per ogni tartufo

DSC_0247 DSC_0249

Io ho fatto questi 4 tipi di tartufi di cioccolato nello stesso pomeriggio (ammettiamolo: una delle cose più belle è affiancare palline con granelle di colore diverso… fa troppa bella figura!!!). Ho sciolto il cioccolato con la panna, l’ho montato e dopo l’ho diviso in 4 ciotoline diverse, che ho aromatizzato nei 4 differenti modi.

Alcune palline le ho ripassate nel cioccolato fuso… Riposte in frigorifero, il cioccolato ha formato una crosticina croccante che si sposa benissimo con la morbidezza del tartufo… una vera goduria!!

DSC_0253

I tartufi di cioccolato si conservano in frigorifero per qualche giorno.

DSC_0260

2380 amici sono stati qui 4 amici oggi sono stati qui

Pensacuoca e Fotomangio

Gli articoli di Pensacuoca e Fotomangio sono quelli scritti a quattro mani. La maggior parte dei nostri articoli nasce così, dopo lunghe trattative su tutto. Lui è preciso, ha un ottimo palato e la pazienza per settare correttamente la macchina fotografica. Lei è quella creativa ma scapestrata.

2 commenti

Clicca qui per postare un commento

Ti è piaciuto? non ti è piaciuto? lasciaci un commento!

Non perderti nessun articolo!

Orgogliosi di essere in

Orgogliosi di essere in

Partecipiamo al

Partecipiamo al

Archives

Acqua&Menta è membro di

aifb associazione italiana food blogger

Seguici su:

 

facebooktwittergoogle+pinterestyoutuberss

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: