eventi sul territorio

Consorzio Lombardo Produttori Carne Bovina

Lo scorso 24 gennaio, in occasione di un evento al Centro Casalinghi dal Toscano di Borgo Virgilio, abbiamo conosciuto il Consorzio Lombardo Produttori Carne Bovina, rappresentato dal presidente Primo Cortelazzi, dal direttore Francesco Barreca e dal socio Fausto Garrò, titolare dell’Azienda Agricola “Le Gambine” e dello spaccio Carne sicura di Bagnolo S. Vito (MN). Ci siamo fatti raccontare cos’è e come è nato il Consorzio la cui esistenza nel mantovano è ancora poco conosciuta.

Consorzio Lombardo Produttori Carne Bovina sicura dal toscano eventi fausto garrò primo cortelazzi francesco barreca

Nei supermercati oggi difficilmente il consumatore è in grado di ricostruire la filiera che ha portato quella carne sul banco e tantomeno sapere come e dove sono stati allevati gli animali. Il Consorzio Lombardo propone qualcosa di diversoo. È introdotta un’etichettatura trasparente che i soci scelgono di adottare e che va oltre i requisiti minimi di legge; i punti vendita convenzionati seguono un disciplinare preciso ed espongono al banco un certificato che riporta tutti i dati dell’animale (dove è nato, dove è stato allevato, il proprietario, il tipo di stabulazione, cosa ha mangiato, l’età, quando e dove è stato macellato, ecc…).

Consorzio Lombardo Produttori Carne Bovina sicura dal toscano eventi fausto garrò primo cortelazzi francesco barreca

Forse però l’aspetto più importante è il collegamento diretto tra allevatore e punto vendita, al contrario di quanto avviene con la GDO (Grande Distribuzione Organizzata).

Si può pensare, infatti, che la carne sia tutta uguale, ma in realtà siamo invasi da carne straniera senza saperlo. L’Italia importa il 50% della carne che consuma, tre quarti della quale arriva da Polonia, Germania e Irlanda ma queste informazioni non si trovano facilmente nelle etichette.

Consorzio Lombardo Produttori Carne Bovina sicura dal toscano eventi fausto garrò primo cortelazzi francesco barreca

Conoscere la carne che mangiamo, “darle un nome” è importante, specie in situazioni come la crisi della BSE (o morbo della mucca pazza) o quella dello scorso autunno, quando le dichiarazioni dell’OMS sui rischi connessi al consumo di carne rossa hanno spaventato l’opinione pubblica. Nell’arco di un mese è stata corretta la notizia, ma il danno era fatto e, complice la tanta disinformazione seguita, il consumo di carni rosse è momentaneamente crollato.

Consorzio Lombardo Produttori Carne Bovina sicura dal toscano eventi fausto garrò primo cortelazzi francesco barreca

La crisi che sta attraversando il settore della carne, però, è cominciata anni prima e, complici le scelte fatte dalla grande distribuzione, sta portando alla distruzione degli allevamenti italiani. Oggi, ad esempio, i vitelli non sono più italiani, ma arrivano dalla Francia e passano periodi anche molto brevi nel nostro Paese, sufficienti a farli diventare italiani in etichetta.

I vitellini francesi allevati nelle aziende consorziate, però, permangono in Italia dagli 8 ai 16 mesi e nella scelta degli allevamenti di provenienza si opera una selezione individuando quelli che più si avvicinano agli standard del Consorzio. Ogni animale che viaggia in Europa è infatti accompagnato dal suo “passaporto” che ne traccia gli spostamenti. Tra gli obiettivi del Consorzio c’è quello di ripristinare una filiera tutta italiana, così da garantire un controllo completo.

Informare e informarsi è quindi quanto mai fondamentale e tra le prime attività del Consorzio c’è stato  un convegno pubblico a Lonato (BS) che ha raccolto tutti gli attori interessati: presidenti delle Avis, nutrizionisti, rappresentanti del mondo zooprofilattico e consumatori, per dare indicazioni corrette su cosa significa mangiare carne. Seguiranno altre iniziative, se vi interessano potete seguire la neo-nata pagina facebook del Consorzio.

Sapere da chi si compra la carne è importante. Solo con la piccola distribuzione – il macellaio – si può stabilire un rapporto di fiducia e si può avere accesso a tutti i dati sull’animale, eliminando possibili inganni, specie quando si parla di carne italiana che in realtà non lo è.

Consorzio Lombardo Produttori Carne Bovina sicura dal toscano eventi fausto garrò primo cortelazzi francesco barreca

Quando l’allevatore si interfaccia direttamente col punto vendita (macelleria o supermercato di piccole/medie dimensioni), il comportamento dell’allevatore è diverso perché il macellaio di turno pretende che la carne abbia sempre certi requisiti: la tenuta nel banco, che si presenti bene, con grassatura perfetta, ecc.. Tutti particolari che sembrano facili da coniugare ma che, oltre a costare, richiedono all’allevatore un lavoro curato nei minimi dettagli. I migliori fanno intervenire un alimentarista che ogni 15 giorni controlla ciò che mangiano gli animali.  Il Consorzio Lombardo Produttori Carne Bovina vuole farsi garante della filiera per i consumatori, selezionando allevatori e punti vendita; Fausto Garrò rappresenta entrambi. Nella sua azienda si compra la carne dei suoi animali, la cui tracciabilità è garantita.

Consorzio Lombardo Produttori Carne Bovina sicura dal toscano eventi fausto garrò primo cortelazzi francesco barreca

Dialogare col consumatore e informarlo a 360 gradi porta a un consumo consapevole di carne che favorisce tutti. Al momento aderiscono al Consorzio 560 allevamenti e 50 punti vendita sparsi su tutto il territorio lombardo e non solo (hanno allevamenti e punti vendita anche in Sardegna e Sicilia). Gli allevatori consorziati sono anche proprietari terrieri e coltivano i propri foraggi per il bestiame e, anche se la legge oggi consente di aggiungere grassi animali, hanno scelto di non farlo. L’allevamento avviene in stalla su grigliato o paglia, perché in pianura non è possibile il pascolo, e si cerca di garantire il benessere degli animali per garantire carne più buona e sana, anche mantenendo il numero di animali nei box inferiore rispetto al numero di legge. Un team di veterinari controlla che gli allevatori non commettano errori e si affidano a laboratori esterni per le analisi.

Ormai avrete capito che trasparenza e comunicazione rivestono un ruolo importante per il Consorzio Lombardo Produttori Carne Bovina. Sul loro sito internet trovate tutti i punti vendita e le aziende, che potete anche contattare per una visita di persona.

3549 amici sono stati qui 1 amici oggi sono stati qui

Fotomangio

Appassionato di cibo e fotografia, si impegna per rendere al meglio le preparazione di Pensacuoca e qualche volta ci riesce anche! In cucina a lui tocca cucinare e lavorare il pesce, sminuzzare, tagliare e fare tutte le piccole lavorazioni regolari e di precisione.

Aggiungi un commento

Clicca qui per postare un commento

Ti è piaciuto? non ti è piaciuto? lasciaci un commento!

Non perderti nessun articolo!

Orgogliosi di essere in

Orgogliosi di essere in

Partecipiamo al

Partecipiamo al

Archives

Acqua&Menta è membro di

aifb associazione italiana food blogger

Seguici su:

 

facebooktwittergoogle+pinterestyoutuberss

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: