locali

Fish market – Roma

Uno dei vantaggi dell’aver frequentato molti “romani de Roma” è che mi hanno consigliato molti posti poco turistici, ma estremamente caratteristici. Lavorando nel quartiere di Pietralata, vicinissimo al centro storico ma assolutamente sconosciuto al turismo, mi hanno fatto scoprire il Fish Market, particolarissimo locale ricavato in un ex garage, in un’area ancora molto industriale. Il locale è aperto da anni e ha avuto molta fortuna, tanto da arrivare ad aprire una “filiale” anche in Trastevere. Noi abbiamo preferito la location originale, quella di Pietralata appunto, certamente un po’ più scomoda da raggiungere dal centro (bisogna scendere con la metro a Pietalata e prendere un autobus), soprattutto di domenica, ma molto più genuina.

IMG_5849 IMG_5850

La particolarità di questo locale è il concept, che stravolge il modello tradizionale di ristorante. L’unico compito dei camerieri è quello di portarvi al tavolo le ordinazioni, che farete direttamente in cassa, consegnando il foglio che trovate sul tavolo debitamente compilato. Il pesce lo potete scegliere direttamente al banco e vi sarà cucinato al momento, il prezzo dipende dal peso, e deciderete anche come farveli cuocere. In alternativa ci sono tanti bellissimi piatti da scegliere sul menù (un foglietto di carta in cui segnerete la vostra ordinazione), per tutti i gusti e tutte le tasche, dai freschissimi crudi agli hamburger di pesce.Lo stesso vale per il bere: andate direttamente alla cassa, decidete cosa bere, e tornerete al vostro tavolo già col bicchiere. Giusto il tempo di perdervi a scuriosare il banco del pesce e di andarvi a prendere da bere che vi sarà arrivata in tavola la vostra ordinazione.

IMG_5851

Se arrivate presto (entro le 20.30) c’è anche “l’happy hour” e potrete gustare un cartoccio di pesce (calamaretti, gamberi o moscardini) e un bicchiere di vino a 5 soli euro oppure due spritz e due cartocci a 15.

Noi sapientemente siamo arrivati presto, e dopo il nostro ricco antipasto ci siamo gustati una selezione di crudi, una meravigliosa composizione che varia anche a seconda della stagione. Putroppo non ci siamo segnati il contenuto esatt0 del piatto ma comprendeva: gamberi, gamberi rossi di sicilia su fetta di arancia rossa, tartare di tonno, due “conchiglie” con relativo mollusco ovviamente e qualcos’altro che ci siamo scordati.. Il tutto era ovviamente molto fresco e molto buono, abbiamo apprezzato soprattutto i gamberi rossi sull’arancia, un mix di sapori molto interessante. Alla fine abbiamo aggiunto anche uno spiedino di pesce e il conto si è attestato attorno ai 40 euro (10 per gli aperitivi, 25 le crudità e altri 5 per lo spiedino), cifra non altissima considerando che abbiamo mangiato pesce crudo frechissimo e pregiato (tonno e gamberi rossi costicchiano) ma nemmeno esageratamente economico considerando le quantità. Diciamo che non si esce affamati ma nemmeno eccessivamente pieni! La filosofia iniziale dle locale era quello i presentare il pescato del giorno, recuperato al mercato del pesce, in realtà alcuni pesci abbiamo visto essere congelati (ovviemente dichiarandolo), peccato veniale dovuto forse alla necessità di garantire un minimo di scorte per assencondare i clienti. Altro discorso è stata la certa “omologazione” del banco dei pesci verso specie pregiate come tonno, orata e branzino, senza tracce di pesci più poveri, che invece si trovano ai mercati, sono molto buoni e costano poco perchè meno ricercati; se la filosofia è quella del “fish market”, mi aspettavo più varietà, ma forse siamo capitati noi in una giornata particolare.

In tutti i modi consigliamo di provare l’esperienza, se siete in zona!

Per maggiori informazioni:

http://www.fishmarket-roma.com/

IMG_5848

12564 amici sono stati qui 6 amici oggi sono stati qui
Tags

Pensacuoca e Fotomangio

Gli articoli di Pensacuoca e Fotomangio sono quelli scritti a quattro mani. La maggior parte dei nostri articoli nasce così, dopo lunghe trattative su tutto. Lui è preciso, ha un ottimo palato e la pazienza per settare correttamente la macchina fotografica. Lei è quella creativa ma scapestrata.

2 commenti

Clicca qui per postare un commento

Ti è piaciuto? non ti è piaciuto? lasciaci un commento!

    • Ciao Lorenzo, se provi il risotrante a Trastevere o quello nuovo di Fregene, faccia sapere come è andata! Idem se capiti a Pietralata…
      Ciao!!!

Non perderti nessun articolo!

Orgogliosi di essere in

Orgogliosi di essere in

Partecipiamo al

Partecipiamo al

Archives

Acqua&Menta è membro di

aifb associazione italiana food blogger

Seguici su:

 

facebooktwittergoogle+pinterestyoutuberss

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: