locali

La cucina contemporanea cagliaritana: due ristoranti da scoprire

Insieme al territorio e alle aziende, il nostro blogtour a Cagliari grazie e per con conto dell’Associzione Italiana Foodblogger, ha previsto anche due cene per assaporare al meglio i prodotti di questa terra.

Giuseppina Scorrano, la nostra principale guida, ha deciso di farci provare la Cagliari di oggi con un veloce tour sulla cucina contemporanea cagliaritana, volutamente saltando, per una volta, quella tradizionale, in parte comunque degustata durante i pranzi. I locali che Giuseppina ha selezionato per noi sono agli antipodi per posizione, ma entrambi rappresentano bene la voglia di evoluzione della ristorazione cagliaritana, che vuole puntare davvero in alto.

Il primo ristorante visitato è Da Pericle il libraio nel centralissimo e variegato quartiere La Marina, mentre la sera successiva abbiamo goduto della cucina dell’Ittiturismo Fradis Minoris, a Nora.

cucina contemporanea cagliaritana ittiturismo fradis minoris da pericle il libraio cagliari nora ristoranti

In entrambi i locali si respira un’atmosfera contemporanea: più informale Da Pericle, minimalista al Fradis Minoris. Punti in comune sono il grande rispetto per le materie prime, la ricerca delle eccellenze locali e l’utilizzo anche di pesci poveri. Si tratta però di due posti dal carattere completamente differente.

cucina contemporanea cagliaritana ittiturismo fradis minoris da pericle il libraio cagliari nora ristoranti

L’Ittiturismo è il posto perfetto per un’occasione speciale, la location si presta perfettamente a una cena romantica, e le piccole porzioni – curatissime nei dettagli – permettono di avere un dopocena. Da Pericle, in posizione centralissima a Cagliari, è un posto dove stare bene in coppia, ma anche con gli amici, con cui dividersi le abbondanti porzioni che vi accompagneranno dagli antipasti al secondo.

Da Pericle il libraio, Cagliari

La chef Maria Carta, dopo quattro anni nella cucina del Fishmarket di Roma, è tornata a casa per amore della sua terra. La sua cucina è caratterizzata da grande semplicità, ingredienti trattati poco e rispettati molto, di prima qualità.

cucina contemporanea cagliaritana ittiturismo fradis minoris da pericle il libraio cagliari nora ristoranti

Il locale è caldo e accogliente, arredato con gusto e un buon mix di elementi di recupero (il nostro tavolo era probabilmente un vecchio tavolo da lavoro); pur trovandosi sotto i portici della animatissma Via Roma, il locale è tranquillo e permette una serata gradevole.

La cena è iniziata con un’indimenticabile tartare di tonno (pesce proveniente dal mercato di San Benedetto) accompagnata da filindeu fritti, pomodorini datterini di Pula, capperi di Salargino e crema di fagioli cannellini.

cucina contemporanea cagliaritana ittiturismo fradis minoris da pericle il libraio cagliari nora ristoranti

Sempre come antipasto: salmone affumicato con mozzarella di Oristano, aneto, pepe rosa, pepe verde e pepe nero; sardine del pescatore, pecorino e prezzemolo in pane carasau ammorbidito e fritto, accompagnato con una riduzione di aceto balsamico (questa di solito Maria Carta non la mette, l’ha aggiunta per farci sentire come cambia il sapore); infine la burrida di gattuccio, un piatto tradizionale di Cagliari. E già qui eravamo a buon punto, anche a causa del “light lunch” che tanto light non era!

cucina contemporanea cagliaritana ittiturismo fradis minoris da pericle il libraio cagliari nora ristoranti

Come primo piatto Maria Carta ci ha proposto paccheri con melanzane di Pula fritte, sgombro e altri pesci azzurri misti saltati e ricotta di Mustia affumicata con legni diversi.

cucina contemporanea cagliaritana ittiturismo fradis minoris da pericle il libraio cagliari nora ristoranti

Per secondo sgombri al cartoccio con pomodori datterini ed erbe selvatiche raccolte a 1200 metri sulle montagne sarde. Abbiamo molto apprezzato che, data la fatica nel finire i piatti, ci abbiano preparato il doggy-bag, dimostrando ancora di più l’attenzione per le materie prime, che non si devono sprecare.

Per completare un leggero sorbetto alla mela verde, buonissimo.

cucina contemporanea cagliaritana ittiturismo fradis minoris da pericle il libraio cagliari nora ristoranti

Ittiturismo Fradis Minoris, Nora

Lo chef Manuele Semis è riuscito a valorizzare le eccellenze di questo angolo di Sardegna, già di per sé preziosa dal punto di vista del paesaggio, proponendoci pesci poco conosciuti come l’alalunga e la tanuta, e offrendoci un dolce diverso dal consueto, ma capace di mettere in evidenza i favolosi fichi a chilometro veramente zero.

Il locale è l’esatto opposto del “Libraio”: affacciato sul mare da un lato e sulla laguna dall’altro, offre scorci assolutamente unici, specie al tramonto. Sia che vi sediate in terrazza o a all’interno, la vista sul mare è garantita, così come il risultato, se siete alla ricerca di un posto d’effetto per una serata galante!

cucina contemporanea cagliaritana ittiturismo fradis minoris da pericle il libraio cagliari nora ristoranti

Abbiamo iniziato con un tris di antipasti: tartare di Palamita con centrifugato di carote, arance e limone, pesche e mandorle; alalunga appena scottata, pomodoro cuore di bue, cipolla rossa e briciole di pane alle erbe; polpo al naturale e crema di Salicornia. Il tutto accompagnato con “Movida”, un Nuragus della Cantina Sociale di Monserrato, un vino ruffiano che ammicca ai giovani.

cucina contemporanea cagliaritana ittiturismo fradis minoris da pericle il libraio cagliari nora ristoranti

Come portata principale ci è stata portata una zuppetta di cozze e fagioli, ricotta affumicata e croccante al nero di seppia. Qui ci permettiamo un’osservazione: per noi il croccante al nero di seppia era troppo o, forse, era poco il resto, dato che si trattava di un primo, la portata principale, una porzione un po’ più abbondante non avrebbe sfigurato.

cucina contemporanea cagliaritana ittiturismo fradis minoris da pericle il libraio cagliari nora ristoranti

Il secondo piatto ci ha stupito, con un croccantino di Tanuta, rafano e maionese di uova di Palamita, davvero particolare e gustoso

Per dessert fichi alla Monica, yogurt e crumble alla cannella. Leggero fine pasto forse un po’ troppo semplice dato il livello del locale, ma sicuramente buono!

2599 amici sono stati qui 3 amici oggi sono stati qui

Pensacuoca e Fotomangio

Gli articoli di Pensacuoca e Fotomangio sono quelli scritti a quattro mani. La maggior parte dei nostri articoli nasce così, dopo lunghe trattative su tutto. Lui è preciso, ha un ottimo palato e la pazienza per settare correttamente la macchina fotografica. Lei è quella creativa ma scapestrata.

Aggiungi un commento

Clicca qui per postare un commento

Ti è piaciuto? non ti è piaciuto? lasciaci un commento!

Non perderti nessun articolo!

Orgogliosi di essere in

Orgogliosi di essere in

Partecipiamo al

Partecipiamo al

Archives

Acqua&Menta è membro di

aifb associazione italiana food blogger

Seguici su:

 

facebooktwittergoogle+pinterestyoutuberss

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: