eventi

La cucina sana e divertente di Marco Orsini ed Elisabetta Arcari

Marco Orsini e la chef Elisabetta Arcari ci hanno fatto passare un sabato pomeriggio veramente divertente Dal Toscano. Nessuna ricetta premeditata, solo tanti ingredienti sani e genuini da combinare al momento, come alla fine di qualsiasi giornata lavorativa in cui apriamo il frigorifero e ci chiediamo “e stasera cosa cucino?”.

magimix

Il motto del pomeriggio era “cucina sana sì, ma non triste”. Marco confessa che a lui mangiare sano piace, ma davanti a una galletta di riso i suoi buoni propositi crollano all’istante. E allora escogita in continuazione ricette allegre e saporite, da preparare velocemente, per consumare più frutta e verdura.

magimix

I suoi aiutanti in cucina sono una centrifuga salad&juice (QUI) e un robot da cucina (QUI) della Magimix, una linea professionale ora utilizzata anche nella cucina di tutti i giorni, che permette a chiunque (Marco sottolinea che uno chef che fa una cosa buona è una cosa normale, è come un idraulico che aggiusta un tubo!) di preparare cose buone e genuine, in pochissimo tempo.

magimix

Elisabetta Arcari ha completato i piatti di Marco con dei tocchi da chef, con preparazioni comunque velocissime e molto semplici. I titoli sono stati scelti in fase di redazione dell’articolo quindi spero che piacciano a Marco ed Elisabetta.

magimix

Centrifughe mangia e bevi

Per mangiare più frutta cosa c’è di meglio di colorate centrifughe a base di sola frutta (non c’è bisogno di aggiungere nè acqua nè latte), da accompagnare in estate con ghiaccio tritato a neve? La centrifuga è infatti dotata di un motore professionale che gira molto lentamente (1.500 giri al minuto VS 13.000 giri delle centrifughe tradizionali): oltre a essere silenzioso non scalda, quindi possiamo tritarci anche il ghiaccio (non si scioglie) e non bruciamo le vitamine e i sali minerali di frutta e verdura.

magimix

Con la centrifuga Magimix possiamo utilizzare frutta a polpa morbida o dura, e grazie alla bocca di inserimento alimenti XL possiamo inserire frutti o verdure intere o tagliate a pezzi molto grossi che non necessitano di essere precedentemente sbucciati o detorsolati. Marco raccomanda di avere un’accortezza maggiore con i frutti tropicali come l’ananas: trattandosi di un frutto di importazione, che ha subito un lungo viaggio, è poco igienico inserirlo nella macchina con la buccia, in quanto la parte esterna potrebbe andare in contatto con la polpa (e voi l’avete mai lavato un ananas?).

magimix

Marco vuole farci vedere che il magimix non teme nulla, centrifuga tutto… si fa prendere la mano e prepara una centrifuga ananas, zenzero, prezzemolo, banana, mela e non mi ricordo cos’altro: incredibile ma vero, era buono. Voi comunque potete fare centrifugati mono-ingrediente o abbinare frutta e verdura a vostro piacimento.

magimix

Elisabetta prepara come accompagnamento e decorazione per i cocktail delle fragole brinate. Per prepararle schiumate un albume d’uovo, spennellateci la frutta lavata e asciugata, e passatela nello zucchero semolato.

Vellutata di zucchine e pomodori con pollo in salsa teriyaki

Con la centrifuga Magimix possiamo fare tante preparazioni con la frutta, ma anche con la verdura, cruda e cotta.

magimix

Possiamo ad esempio preparare vellutate: Marco decide di cuocere le zucchine a microonde e aggiungere pomodori freschi. Per la cottura utilizza contenitori della Mastrad, adatti per cuocere sia in microonde che in forno tradizionale. La loro particolarità sta nel coperchio a stella, che rimanda l’umidità verso gli alimenti: in questo modo non c’è alcuna dispersione di liquido, e avremo così sapori più intensi e tempi di cottura più brevi (in 4 minuti cuocio zucchine, patate, ecc.). Quando Marco tira fuori i contenitori dal microonde vediamo che si è creato il sottovuoto, non abbiamo messo liquidi quindi il liquido che si trova nel contenitore è tutto della zucchina. Più la verdura è cotta, più sarà densa; più è morbido più l’effetto sarà cremoso.

magimix

Marco frulla prima le zucchine poi i pomodori, interi, tanto bucce e semi rimangono nel bicchiere degli scarti.

Tritiamo il prezzemolo direttamente nel robot Magimix: solitamente il prezzemolo soffre nei robot, diventa una poltiglia scura sulle pareti della bacinella (questo perchè: 1. il calore esercitato dalla macchina scurisce il prezzemolo; 2. le lame in acciaio contengono ossido di ferro, contenuto anche nel prezzemolo, e per un discorso magnetico l’alimento tende ad allontanarsi e spappolarsi). Il robot Magimix taglia come se tagliassimo a coltello: mantiene invariati gli alimenti che andiamo a lavorare.

Mettiamo in una ciotolina la zucchina e il pomodoro passati, li arricchiamo con un filo di olio e.v.o. e una spolverata di prezzemolo. Completiamo con qualche pezzettino di pollo in salsa teriyaki, che Elisabetta ha preparato mentre cuocevano le zucchine.

Per il pollo in salsa teriyaki:

  • un petto di pollo
  • salsa di soia
  • semi di sesamo
  • zenzero
  • zucchero

Tagliamo il petto di pollo in pezzettini molto piccoli, lo insaporiamo con salsa di soia, zenzero e zucchero, lo cospargiamo di semi di sesamo e lo mettiamo in forno a gratinare per 7-8 minuti, in una teglia con un foglio di carta stagnola. Tanto veloce quanto gustoso.

Polpette vegetariane velocissime

Suppongo che Elisabetta, a fronte della verdura e degli ingredienti a disposizione, volesse proporre delle polpette di zucca e trito di mandorle e delle polpette di patate e zenzero. L’output è stata una polpetta unica, Marco ha passato tutto insieme, ma il risultato è stato eccellente… e senza uova ne glutine!

magimix

Facciamo un giochino: sfruttiamo la capacità di estrarre solo il succo per togliere l’amido dalla patata e i liquidi dalla zucca. In questo modo non dobbiamo neppure cuocere queste verdure prima di procedere a formare le polpettine. Senza amido la patata risulta più leggera e più veloce da cuocere; in questo modo possiamo fare anche le crocchette o i gnocchi di patate.

Utilizziamo la polpa di patate e zucca rimasta nel cestello (la verdura in questo caso va pulita, ben lavata e sbucciata), aggiungiamo un goccio di latte, un po’ di prezzemolo tritato, un po’ di zenzero e granella grossa di mandorla e formiamo le polpette, le passiamo nel sesamo anziché nel pangrattato e le cuociamo in padella con un filo di olio. Avremmo potuto benissimo cuocerle in forno, avrebbe solo richiesto un po’ più tempo.

magimix

Con il robot da cucina otteniamo carote e zucchine alla julienne, con le quali prepariamo un letto per le polpettine; volendo possiamo completare con qualche amaretto sbriciolato.

magimix

UNA RICETTA PER LA PASTA

Mentre cuociono le polpette, Marco ci propone la sua versione degli spaghetti aglio, olio e peperoncino, senza aglio e senza peperoncino ma con lo zenzero. Fate scaldare l’olio a fuoco basso, aggiungete lo zenzero, dopo cinque minuti toglietelo; scolate la pasta al dente e fatela mantecare con un po’ di acqua di cottura. Una volta pronta grattugiate sopra parmigiano e zenzero fresco.

magimix

GLI IMPASTI

Marco ha preparato anche dei panini, utilizzando il robot Magimix per impastare. Anche quelli sono stati improvvisati quindi non possiedo la ricetta, ve li facciamo solo gustare con gli occhi.

magimix

Altre preparazioni con la centrifuga Magimix

  • omogeneizzati: fate cuocere gli alimenti poi passateli con la centrifuga magimix;
  • marmellate: ad esempio per fare la marmellata di fragole inserite il frutto all’interno della centrifuga, eliminerete così i semini, poi mettete il composto a cuocere procedendo come per una normale marmellata. Diventa molto veloce fare le marmellate con magimix perché non dovete neanche sbucciare o togliere i semi dalla frutta;
  • passata di pomodoro: Marco ci racconta che durante una diretta televisiva hanno testato la velocità della macchina: 14 kg di pomodori in 12 minuti, senza bisogno di eliminare gli scarti dal tamburo;
  • zuppe di pesce: molti chef passano le teste dei crostacei e gli altri scarti al pestello per estrarre tutti i succhi. Poi però bisogna eliminare il liquido dal resto. Con Magimix basta una sola operazione (buttare tutto dentro al cestello).

magimix

Funzioni e caratteristiche tecniche: centrifuga Magimix VS tutti

Duo Salad & Juice: quattro funzioni in un solo prodotto!

  • centrifuga: per ricavare il succo da qualsiasi tipo di frutto e verdura a polpa dura
  • taglia la verdura: grazie a due dischi in acciaio inox (da 2 a 4 mm) consente di tagliare e sminuzzare la verdura a rondelle o alla julienne
  • spreme gli agrumi, con riduzione anche per agrumi di taglia piccola
  • ottenere succo e polpa di tutti i frutti e verdure a polpa morbida, sia crudi che cotti, grazie allo SMOOTHIEMIX. Questo accessorio permette di ottenere succo e nettare da frutti e verdure a polpa morbida, sia crudi che cotti, e una passata omogenea e ricca, priva di buccia e semi.

magimix

Le centrifughe tradizionali invece lavorano solo la frutta dura (la banana non può essere centrifugata per definizione).

magimix

Inoltre dalle centrifughe tradizionali:

  • si ottiene poco prodotto: la centrifuga Magimix ha la più alta capacità estrattiva (1 mela = 1 bicchiere di succo, e il colore del succo è il medesimo colore della mela)
  • possono ossidare la frutta: con Duo Salad & Juice frutta e verdura manterranno tutte le loro proprietà nutrizionali e le vitamine;
  • sono difficili da pulire: Marco ci ha mostrato che la pulizia è velocissima e, motore a parte, tutti i pezzi possono andare in lavastoviglie. Tra una lavorazione e l’altra, e prima di riporre la macchina, lo sciacquiamo per non far mischiare i sapori: svuotiamo il cestello in 3 mosse, rimontiamo la macchina, aggiungiamo acqua un po’ per volta e quando il liquido che esce è trasparente la macchina è pulita.

magimix

Un’ultima nota tecnica: Magimix non utilizza plastica ma policarbonato, che resiste a tutte le tipologie di shock (termici e meccanici).

Marco ed Elisabetta non sono soliti lavorare insieme, ma si sono divertiti così tanto loro due per primi che stiamo progettando un altro evento, sul brunch domenicale… stay tuned perché ci siamo veramente divertiti!!

5126 amici sono stati qui 1 amici oggi sono stati qui

Pensacuoca e Fotomangio

Gli articoli di Pensacuoca e Fotomangio sono quelli scritti a quattro mani. La maggior parte dei nostri articoli nasce così, dopo lunghe trattative su tutto. Lui è preciso, ha un ottimo palato e la pazienza per settare correttamente la macchina fotografica. Lei è quella creativa ma scapestrata.

2 commenti

Clicca qui per postare un commento

Ti è piaciuto? non ti è piaciuto? lasciaci un commento!

Non perderti nessun articolo!

Orgogliosi di essere in

Orgogliosi di essere in

Partecipiamo al

Partecipiamo al

Archives

Acqua&Menta è membro di

aifb associazione italiana food blogger

Seguici su:

 

facebooktwittergoogle+pinterestyoutuberss

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: