locali viaggi

Roma… what else?

Ho tanto pensato al titolo di questo articolo… amo Roma, magica, così affascinante, così ricca di suggestioni, di cose da vedere, di cose da fare… di cose già viste di persona e straviste attraverso i media… ma anche di tesori più o meno visibili, sparsi per la città, che tutto è fuorchè piccola. Questo articolo sul girovagare per Roma contiene esattamente gli elementi su Roma che vi aspettereste, ma anche quelli meno noti e la recensione su un altro locale della capitale che abbiamo provato. Insomma, luoghi da cartolina sempre presenti nell’immaginario collettivo sulla capitale, ma anche scorci meno noti e piatti tipici!!!

Mi piace perdermi per le strade del centro storico di Roma, ritrovandomi davanti al Colosseo, a Piazza Navona, percorrere i Fori e finire al Campidoglio. Hai la certezza che, qualsiasi strada prenderai, troverai qualcosa di meraviglioso da vedere.

Uno dei miei posti preferiti è il Gran Priorato di Roma dell’Ordine di Malta, edificio sotto gli occhi di tutti, ma non tutti sanno che guardando dal buco della serratura del portone d’ingresso è esattamente inquadrata, in fondo al giardino, la cupola di San Pietro. Trovo questo fatto eccezionale, sarà anche che sono architetto e trovo stupefacente che i progettisti abbiano pensato a questo “dettaglio” (altamente simbolico) quando hanno ideato e costruito il complesso.

DSC_0015

Un’altra cosa che adoro è l’Estasi di Santa Teresa… non sono una critica d’arte quindi non sarò io a spiegarvi il perchè  e il per come quest’opera sia tanto affascinante, vi lascio semplicemente con una fotografia…

DSC_0032

Il nostro giro ha compreso anche alcune tappe di architettura moderna e contemporanea, come l’EUR e l’Auditorium di Renzo Piano.

Ecco una foto molto architettonica!

DSC_0137

Per una volta siamo stati davvero fortunati: mentre eravamo a Roma c’è stata la notte dei musei, che ci ha permesso di ampliare la fascia oraria di visita di alcuni monumenti, di visitarli gratuitamente, e di vederli di notte in una luce diversa, con un’illuminazione molto suggestiva e lo svolgimento di alcune performance artistiche.

Abbiamo fatto una passeggiata anche al Parco degli Acquedotti, posto in cui sicuramente torneremo, magari in bicicletta… è enorme e stupendo!! Consigliatissimo!!

IMG_5776

I carciofi romani!!!

DSC_0038

E infine non possiamo lasciarvi a bocca asciutta, senza parlare di cibo da nessuna parte nell’articolo! La nostra “ultima cena” romana l’abbiamo fatta all’Hostaria la Carbonara, in via Panisperna. La scelta del posto è stata del tutto casuale, LUI girava per Roma da solo e, scendendo dalla chiesa di San Carlo alle quattro fontane del Borromini, scuriosava tra i vicoli alla ricerca di un ristorante tipico che non fosse troppo in vista, onde evitare menù turistici e prezzi ingiustificatamente alti. Svoltato in via Panisperna (il nome continuava a suonarmi famigliare in testa) sono passato davanti all’Hostaria il cuoi nome faceva molto “Roma”; una raida occhiata al menù, ai prezzi e la decisione era presa, mi appunto il numero ma decidiamo di non prenotare, nonastante la notte dei musei facesse presumere un pienone in città. Ci presentiamo verso le 21.00, dopo aver visitato i Mercati di Traiano, e ovviamente non hanno posto, ma ci garantiscono solo una mezz’ora d’attesa. Ci accomodiamo al bar e con due birrette e qualche oliva la mezz’ora passa. Prendiamo posto (anche prima di chi aveva prenotato, il che denota forse una certa tendenza all’overbooking che non è il massimo) con già in testa cosa ordinare: i rigatoni con la coda alla vaccinara. A questi avremmo voluto aggiungere i celebri carciofi alla giudia, ma la stagione ormai era passata quindi non li facevano più, ci orientiamo quindi su un fritto alla romana di verdure. Il vino ce lo facciamo consigliare, un bicchiere solo per LUI. Arrivano i piatti e le porzioni sono molto abbondanti. e i rigatoni sono uno spettacolo! Il fritto è buono, molto, ma ovviamente non esattamente light!

Soddisfatti delle nostre scelte chiediamo il conto: 40,00 € che comprendono anche le due birre piccole dell’aperitivo al bancone, una cifra assolutamente adeguata a quanto mangiato, più o meno come una pizza insomma.

Il vino era buono, anche se non ricordo cosa fosse, e il personale è molto gentile e preparato. Ci è dispiaciuto non assaggiare i carciofi alla giudia ma abbiamo apprezzato la scelta dei gestori nell’offrire solo prodotti di stagione. Locale promosso in pieno, ci ha lasicato l’impressione di un’esperienza molto romana, ci torneremmo volentieri!

Piccola nota di chiusura, wikipedia mia ha aiutato a ricordare: i “Ragazzi di via Panisperna” era il nome del gruppo di giovani fisici di cui faceva parte anche Enrico Fermi che neglia anni ’30 del Novecento operava preso il Regio istituto di fisica dell’Università di Roma.

DSC_0037

2366 amici sono stati qui 3 amici oggi sono stati qui

Pensacuoca e Fotomangio

Gli articoli di Pensacuoca e Fotomangio sono quelli scritti a quattro mani. La maggior parte dei nostri articoli nasce così, dopo lunghe trattative su tutto. Lui è preciso, ha un ottimo palato e la pazienza per settare correttamente la macchina fotografica. Lei è quella creativa ma scapestrata.

4 commenti

Clicca qui per postare un commento

Ti è piaciuto? non ti è piaciuto? lasciaci un commento!

  • Ehhh.. Roma.. che splendida città! Ci sono sempre stata di sfuggita e troppo poco per viverla appieno… mi tocca rimediare ;) Davvero bellissime fotografie! <3

    • Ciao Ely!! scusa se ci abbiamo messo un po’ ma abbiamo avuto problemi di connessione! Roma vale sempre la pena, anche per pochi giorni, tutte le volte si aggiunge un tassello. Non è stata costruita in un giorno, non vorrai mica vederla tutta insieme!!!

  • Anche se non ho ancora avuto modo di visitarla, ne ho sempre sentito parlare benissimo e voi con questo post e le splendide foto che avete fatto, me lo riconfermate, grazie e grazie anche della segnalazione di dove mangiare, così se ci vado, andrò a provare!!

    • è un piacere, ci stiamo divertendo molto a trovare e recensire ristoranti e posti dove mangiare in genere. A Lucca abbiamo trovato un vero posto da street food di cui vi daremo conto tra un po’ di tempo!

Non perderti nessun articolo!

Orgogliosi di essere in

Orgogliosi di essere in

Partecipiamo al

Partecipiamo al

Archives

Acqua&Menta è membro di

aifb associazione italiana food blogger

Seguici su:

 

facebooktwittergoogle+pinterestyoutuberss

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: