eventi

Una farfalla in cucina

Una farfalla in cucina è l’evento organizzato lo scorso 19 marzo insieme a Davide e Daniela di Cose Buone al Centro Casalinghi dal Toscano. Per una volta il cibo e la cucina cedono il palcoscenico a una vicenda umana personale, ritagliandosi il ruolo di elemento di contatto tra il mondo dei bambini e quello degli adulti. Il più antico dei social network, quello che noi italiani sentiamo sicuramente più vicino, fa da sfondo a una vicenda famigliare che, anche se non risolta, ha per fortuna raggiunto un suo equilibrio dopo i primi durissimi momenti.

La storia inizia il 17 luglio di qualche anno fa, con la nascita del secondogenito di Davide e Daniela: Giovanni, un “bambino farfalla”. In questo modo sono chiamati i bambini affetti da epidermolisi bollosa (EB), una malattia che si manifesta con bolle e deterioramento dell’epidermide su tutte le parti del corpo, anche internamente. La malattia si manifesta già pochi istanti dopo la nascita, riempiendo di angoscia un momento che dovrebbe essere solo di gioia.

Statisticamente questo tipo di situazioni portano moltissime famiglie a sfaldarsi a causa del grande carico emotivo e di impegno che la gestione dei primi anni di vita di questi bambini richiede e che si somma al fatto che in molti casi, purtroppo, la malattia ha esiti fatali. Solitamente sono i papà a non reggere e a lasciare la famiglia, ma stavolta proprio un papà ha raccolto la sua esperienza e ha deciso di raccontarla in un libro, che è anche un diario di quei giorni, che vede la luce nel 2012 col titolo “Il sorriso di un farfalla”.

Il libro porta in allegato un “Vola in cucina”, dove sono raccolte ricette che diversi chef, anche stellati, hanno scritto a misura di bambino, accompagnati dalla scelta del vino adatto operata da Davide, anche questa pensata per i bambini che, anche se non possono bere vino, possono dare qualche indicazione ai genitori. Il ricavato delle vendite andrà ad aiutare Giovanni e gli altri bambini farfalla.

Oltre a Davide e Daniela, all’evento hanno partecipato i loro figli Anna e Giovanni, estemporanei sou-chef che hanno assistito Gianni Addonizio del ristorante il Tartufo di Revere (Mn). Il tutto è stato moderato in maniera ineccepibile da Elena Spezia e Beatrice Bonesi, due insegnati della scuola primaria frequentata da Anna.

L’evento è stata l’ennesima dimostrazione di come  davanti al cibo diventi più facile parlare di tutto, anche delle parentesi meno felici della nostra vita e anche nel racconto di Davide il cibo e i pasti entrano sempre come un momento curativo, per il fisico nel caso del latte materno per il neonato Giovanni, ma anche per lo spirito, quando un semplice pic-nic diventa per la piccola Anna il momento più bello di un soggiorno romano non proprio di piacere e che sarà una piccolo insegnamento per il papà, perché anche dai più piccoli si impara sempre qualcosa.

Avendo avuto la possibilità di leggere entrambi i libri di Davide, mi sento davvero di consigliarveli perché il messaggio che passa non si adatta solo a situazioni di malattia simili a quelle vissute dalla famiglia di Davide e Daniela, ma in generale ai periodi negativi in cui tutti possiamo incappare.

Gianni Addonizio ha preparato per l’occasione dei bigoli cotti nel lambrusco con salsiccia e tartufo mantovano.

1478 amici sono stati qui 6 amici oggi sono stati qui

Fotomangio

Appassionato di cibo e fotografia, si impegna per rendere al meglio le preparazione di Pensacuoca e qualche volta ci riesce anche! In cucina a lui tocca cucinare e lavorare il pesce, sminuzzare, tagliare e fare tutte le piccole lavorazioni regolari e di precisione.

1 commento

Clicca qui per postare un commento

Ti è piaciuto? non ti è piaciuto? lasciaci un commento!

  • Ci sono delle persone speciali che sanno affrontare queste situazioni come molti non riescono. E ne traggono il meglio e soprattutto riescono (o almeno ci provano) a dare una mano anche ad altri, raccogliendo fondi e condividendo la propria esperienza. E già questo fa sentire meno soli. Che poi sia la cucina a fare da traino, ancora meglio. Davvero una bella iniziativa.

    • Ciao Fabio, grazie per il bel commento! Davide e Daniela hanno dimostrato davvero una grande forza, specie all’inizio. Poi sono riusciti a trasformare la loro esperienza in un aiuto concreto per gli altri.

Non perderti nessun articolo!

Orgogliosi di essere in

Orgogliosi di essere in

Partecipiamo al

Partecipiamo al

Archives

Acqua&Menta è membro di

aifb associazione italiana food blogger

Seguici su:

 

facebooktwittergoogle+pinterestyoutuberss

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: