ricette

Cupcake alle mandorle e cacao amaro S. Martino

Qualche tempo fa abbiamo postato la ricetta dei cupcake: il loro procedimento è piuttosto lungo, c’è da fare il tortino di base, la crema per la farcitura e infine il frosting. L’anno scorso però abbiamo scoperto i prodotti della S. Martino: il nostro caro Gianfranco Allari ci ha spiegato che li usa per abbreviare i tempi di certe preparazioni lunghe. Così abbiamo fatto anche noi, divertendoci a stravolgere la “Caprese al cioccolato fondente” di S. Martino.

Il preparato per la torta caprese contiene solo ingredienti secchi: zucchero, cioccolato in polvere, granella di mandorle pelate (13%), cacao, farina di grano tenero tipo “00”, agenti lievitanti (tartrato di potassio, idrogenocarbonato di sodio), amido di mais e aromi. Non contiene latte ma può contenere tracce di latte e suoi derivati (e di soia) e suoi derivati, pertanto non va bene in caso di allergia ai latticini o alla soia.

cupcake alle mandorle s. martino cacao amaro guido castagna fave cacao

Per chi invece ha solo un’intolleranza al latte (come me!), può preparare e soprattutto mangiare la nostra ricetta! Al preparato S. Martino andrebbero aggiunti 125 grammi di burro e 3 uova: noi invece abbiamo aggiunto l’olio di riso, e il risultato è stato comunque eccezionale.

Per esaltare il gusto delle mandorle già presenti nella torta, abbiamo utilizzato il latte di mandorle nella crema pasticcera e completato i nostri cup-cake alle mandorle con un frosting di meringa all’italiana, cacao amaro in polvere e una fava di cacao di Guido Castagna.

Cupcake alle mandorle e cacao amaro S. Martino

 

cupcake alle mandorle s. martino cacao amaro guido castagna fave cacao

Ingredienti:

Per la base (12 tortini):

  • una confezione di Caprese al Cioccolato Fondente S. Martino
  • 3 uova
  • 125 grammi di olio di riso (se non lo trovate potete utilizzare un olio e.v.o. molto dolce oppure olio di girasole)

Per la crema pasticcera:

  • 500 g di latte di mandorle, possibilmente non zuccherato
  • 50 g di farina 00
  • 3 tuorli d’uovo
  • mezzo cucchiaino di vaniglia in polvere

Per la meringa all’italiana: una dose ogni 24 tortini, vi rimandiamo a questo post

cupcake alle mandorle s. martino cacao amaro guido castagna fave cacao

Per la base:

Accendete il forno a 160°C (se ventilato) oppure a 180°C (se statico). Disponete dei pirottini in una teglia da muffin.

Versate il preparato per torta in una ciotola e aggiungete le uova e l’olio di riso. Mescolate con una frusta fino a ottenere un composto morbido ed omogeneo. Versate il composto nei pirottini (noi abbiamo utilizzato un colino chinoise) e cuocete per 20-25 minuti circa.
Togliete dal forno e lasciate raffreddare. Una volta freddi, aiutandovi con un cucchiaino (o con l’apposito utensile), fate un buco nei cupcake (non arrivate fino al fondo, mi raccomando!).

Per la Crema pasticcera al latte di mandorle

Vista la dolcezza della meringa all’italiana, non abbiamo zuccherato la crema pasticcera; se preferite potete aggiungere un po’ di zucchero, vi consigliamo comunque di stare scarsi.

In una ciotola mescolate bene le uova con la farina e un bicchiere di latte di mandorle in modo da eliminare i grumi. Nel frattempo fate cuocere in una pentola antiaderente il latte rimanente con la vaniglia.

Quando il latte inizia a bollire versatelo nella ciotola con gli altri ingredienti, mescolate velocemente, poi rimettete il tutto nella pentola, a fuoco basso, mescolando sempre per evitare i grumi, finché la crema non inizia a bollire e quindi è pronta.

Una volta fredda, riempite i cupcake con questa crema.

cupcake alle mandorle s. martino cacao amaro guido castagna fave cacao

Preparate la meringa all’italiana, traferitela in una sac-a-poche e decorate i vostri cupcake.

Per guarnire

Fiammeggiate la meringa con il cannello (facoltativo), cospargete con cacao amaro e completate con una fava di cacao. Successo assicurato!

2888 amici sono stati qui 3 amici oggi sono stati qui
avatar

Pensacuoca e Fotomangio

Gli articoli di Pensacuoca e Fotomangio sono quelli scritti a quattro mani. La maggior parte dei nostri articoli nasce così, dopo lunghe trattative su tutto. Lui è preciso, ha un ottimo palato e la pazienza per settare correttamente la macchina fotografica. Lei è quella creativa ma scapestrata.

2 commenti

Clicca qui per postare un commento

Ti è piaciuto? non ti è piaciuto? lasciaci un commento!

Non perderti nessun articolo!

Orgogliosi di essere in

Orgogliosi di essere in

Partecipiamo al

Partecipiamo al

Archives

Seguici su:

 

facebooktwittergoogle+pinterestyoutuberss

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: