ricette

Fagottini di verza ripieni

Recentemente abbiamo organizzato una cena con alcuni amici per inaugurare la casa nuova. Date che sono tutti emiliani, abbiamo deciso di preparare un menù ispirato alla cucina mantovana ma con forti elementi di stagione, insomma, un menù “mantovano-invernale”. Come antipasto i tortini di carciofi che erano stati molto apprezzati da uno degli invitati, come primo il risotto con zucca e salsiccia e torta sbrisolona per dessert. E il secondo?? Non volevamo fare nulla di troppo pesante, dopo un primo così corposo, ma non era neppure un menù così impegnativo da propinare ai nostri amici solo verdure (non sono i tipi!). Che fare? Dove trovare il ‘giusto mezzo’, l’equilibrio?

Dopo tanta meditazione siamo arrivati a ideare questi fagottini fatti quasi solo di verdure, molto saporiti e allo stesso tempo leggeri, anche grazie alla cottura finale a vapore. Sì, lo ammettiamo, avevamo anche voglia di inaugurare il nostro nuovo cestello in bamboo per la cottura a vapore, ma devo dire che la scelta si è dimostrata azzeccatissima!

Fagottini di verza ripieni

senza glutine_smalloksenza latticini_smalloksenza lievito_smalloksenza pomodoro_smalloksenza uova_smallok

DSC_0508

Ingredienti per circa una ventina di fagottini di verza ripieni:

  • 1 verza (circa 20 foglie ‘buone’)
  • 1 salsiccia
  • 10 fette di pancetta
  • 2 patate medio-grandi
  • mezzo cavolfiore
  • Brodo vegetale
  • Pepe
  • Un cucchiaio di olio e.v.o.

Per prima cosa preparate i ripieni:

Pelate le patate, tagliatele a cubetti e fateli bollire finché non saranno morbidi (ma prima che si disfino!).

Pulite il cavolfiore e fate bollire le cimette nel brodo vegetale in ebollizione per 10 minuti (io ho usato un dado vegetale). Una volta cotto frullatelo insieme a un cucchiaio di olio

Fate rosolare la salsiccia sgranata in una padella antiaderente senza aggiungere olio o altri grassi, finché non sarà ben colorita.

A questo punto prendete la verza ed eliminate il gambo in modo da liberare le foglie. Iniziate a togliere le foglie alla verza avendo cura di non romperle. Eliminate le foglie esterne (le più brutte) e quelle più interne (troppo piccole). A noi sono rimaste circa una ventina di foglie. Fatele sbollentare una o due alla volta, circa 30 secondi, in acqua bollente per ammorbidirle, così da poterle lavorare meglio in seguito.

DSC_0540

Sistematevi su un piano di lavoro, disponete tutti i vostri ingredienti a portata di mano e iniziate a riempire le foglie di verza con salsiccia e patate o con pancetta e pure’ di cavolfiore (oppure combinate gli ingredienti come preferite, sono abbastanza intercambiabili!). Arrotolate bene e chiudete con uno spago da arrosti.

Una volta pronti, abbiamo riposto gli involtini nel nostro nuovo fantastico cestello in bamboo per la cottura a vapore. Mettete 4 dita d’acqua in una pentola e quando inizia a bollire riponete il cestello sopra alla pentola. Lasciate cuocere per circa 20 minuti in modo che le parti più dure della verza si ammorbidiscano e che gli ingredienti si amalgamino bene.

Potete anche cuocere gli involtini una padella larga, antiaderente e col coperchio, aggiungendo un po’ di acqua sul fondo per evitare che attacchino.

Potete servirli decorando il piatto con un po’ di crema di cavolfiore. Molto gustosi ma anche leggeri!!

Buon appetito!

PS: se quello che abbiamo scritto ancora non vi basta, abbiamo fatto un piccolo esperimento di animazione stop-motion con gli ingredienti e la preparazione di questo piatto. E’ un esperimenteo, lo ricordiamo, poco più di uno studio di fattibilità, ma speriamo vi piaccia, dato che potrebbe essere il primo di una serie e dare vita anche al canale YouTube di cucinatollerante!

3152 amici sono stati qui 2 amici oggi sono stati qui
avatar

Pensacuoca e Fotomangio

Gli articoli di Pensacuoca e Fotomangio sono quelli scritti a quattro mani. La maggior parte dei nostri articoli nasce così, dopo lunghe trattative su tutto. Lui è preciso, ha un ottimo palato e la pazienza per settare correttamente la macchina fotografica. Lei è quella creativa ma scapestrata.

6 commenti

Clicca qui per postare un commento

Ti è piaciuto? non ti è piaciuto? lasciaci un commento!

    • Grazie Annalisa!! a noi sono piaciuti tantissimo. Sono un’ottima idea per un secondo non troppo pesante e assolutamente di stagione. Grazie ancora per i complimenti. A presto

  • Splendidi questi fagottini!! Io ne ho preparati di simili anni fa e poi non ho più replicato,ma perché??? quando si trovano ricette buone come la tua, bisognerebbe farle, rifarle e godersele di quando in quando. Bravissima!
    a presto, Vale

    • Grazie!! Noi abbiamo sicuramente intenzione di rifarli, erano veramente troppo buoni… io ho adorato soprattutto quello con il purè di cavolfiore, con la sua bella consistenza cremosa!! Devo dire che la cottura a vapore si è rivelata davvero molto interessante in abbinamento a questo piatto!! Grazie ancora e a presto, un bacio!!

  • Ciao!! Arrivo qui grazie a colors and food e trovo un sito davvero interessante!! Complimenti per la ricetta, ha l’aria di essere molto gustosa nonostante la cottura light…!!
    A presto!

    • Che bello, grazie :) La ricetta è veramente gustosa, e devo dire che la cottura a vapore tiene “idratate” patate e purè di cavolfiore quanto basta perchè creino un effetto cremoso in bocca… fantastico!! Spero che tornerai a trovarci!!

Non perderti nessun articolo!

Orgogliosi di essere in

Orgogliosi di essere in

Partecipiamo al

Partecipiamo al

Archives

Seguici su:

 

facebooktwittergoogle+pinterestyoutuberss

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: