ricette

Gelato alla nocciola con cioccolata in tazza

C’è ancora freddo – mentre io sento la primavera-, c’è tanto lavoro da fare, non c’è più weekend perchè si deve lavorare anche nel weekend, e tutti incominciano a darmi sui nervi. Serve un piatto consolatorio, che mi riappacifichi col mondo. Ingredienti indispensabili: gelato e cioccolato. E cosa c’è di meglio di questo gelato alla nocciola nel piatto, accompagnato con cioccolata calda e biscottini vari. L’aroma della nocciola e il profumo del cioccolato, il contrasto tra caldo e freddo, la consistenza cremosa e la croccantezza dei biscottini di accompagnamento… una vera goduria, per il palato ma anche per gli occhi!

DSC_0028

Per il gelato alla nocciola:

  • 700 grammi di latte di riso alla nocciola (o di latte normale o di latte di soia)
  • 200 grammi di nocciole tostate
  • 2 albumi e un uovo intero
  • 200 grammi di panna vegetale (anche di soia va bene)
  • 50 grammi di zucchero se avete utilizzato il latte di riso (che è già dolce) altrimenti 100 grammi di zucchero di canna integrale
  • un bicchierino di liquore al rum o di marsala

Tritate grossolanamente le nocciole. Scaldate il latte e quando inizia a bollire, unite le nocciole tritate e fate cuocere 15 minuti tenendo un filo di bollore, mescolando spesso. Spegnete il fuoco e fate riposare un’ora.

Nel frattempo mescolate le uova, lo zucchero e la panna. Filtrate il latte con un colino (o uno scolapasta a maglia fitta!!! noi ancora non avevamo comprato il colino!) scuotendo bene in modo che più latte possibile venga “recuperato”. Unite il latte al composto di uova, zucchero e panna e tenete da parte le nocciole… abbiamo capito come riutilizzarle!!

Rimettete sul fuoco il composto, portate a bollore poi spegnete. Lasciate raffreddare, unite il liquore e versate nella gelatiera.

Recuperiamo ora le nocciole!!! Versatele in una padella antiaderente e fatele asciugare: vedete che iniziano ad asciugarsi quando smettono di fare “le bolle”. Aggiungete qualche cucchiaio di zucchero di canna e fate caramellare. Non aspettatevi il caramello bello duro e denso: quando il composto inizia a rapprendere ed è di un bel colore ambrato, spegnete e versate su un foglio di carta da forno. Le nocciole tritate e caramellate risulterano ancora “bagnate”. La prima volta che accendete il forno, quando sfornate quello che dovete preparare, spegnete e mettete dentro, a forno spento, le nocciole: si asciugeranno e otterrete un bel croccante! (non perfetto… però almeno non avete buttato via 200 grammi di nocciole!)

Quando il gelato è quasi pronto, preparate la cioccolata in tazza. Disponete in un piatto a scompartimenti accompagnando con biscottini, meringhe, croccante alle nocciole, e qualsiasi altra cosa che vi menga in mente… gustate e riappacificatevi con il mondo!!!!

DSC_0028-3

8417 amici sono stati qui 9 amici oggi sono stati qui
avatar

Pensacuoca e Fotomangio

Gli articoli di Pensacuoca e Fotomangio sono quelli scritti a quattro mani. La maggior parte dei nostri articoli nasce così, dopo lunghe trattative su tutto. Lui è preciso, ha un ottimo palato e la pazienza per settare correttamente la macchina fotografica. Lei è quella creativa ma scapestrata.

4 commenti

Clicca qui per postare un commento

Ti è piaciuto? non ti è piaciuto? lasciaci un commento!

  • Che dessert da sogno!! Complimenti per l’idea.. ed al gelato non resisto nemmeno d’inverno quindi figurati :)) Un abbraccio e un sereno week end!

    • Ely questo è un gelato assolutamente invernale, la cioccolata calda è un ottimo alibi per mangiare il gelato anche d’inverno!!!

Non perderti nessun articolo!

Orgogliosi di essere in

Orgogliosi di essere in

Partecipiamo al

Partecipiamo al

Archives

Seguici su:

 

facebooktwittergoogle+pinterestyoutuberss

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: