ricette

Ghiaccioli zuccherati o non zuccherati, questo è il dilemma!

 

I vantaggi dei ghiaccioli fatti in casa sono molti: possiamo combinare i nostri sapori preferiti, ottenere un prodotto senza coloranti e conservanti e divertirci a realizzarli, magari coinvolgendo anche i bambini come se fosse un gioco.

Facendo i ghiaccioli in casa vi mettete davanti a una scelta fondamentale: preferite un prodotto leggero e fresco, senza zucchero ma decisamente duro, o un ghiacciolo più simile a quelli che si acquistano, dalla consistenza perfetta ma più calorico? Il segreto per la perfetta consistenza dei ghiaccioli sta infatti nella percentuale di zucchero presente nel composto che andiamo a congelare, che rende il ghiacciolo congelato ma non troppo duro.

Preparandoli in casa possiamo decidere noi se e quanto zucchero utilizzare.

Ogni anno la nostra amica dietista Elena Piovanelli dedica ai ghiaccioli una delle sue bellissime newsletter (vi consigliamo di iscrivervi, gratuitamente, sul suo sito). Elena ricorda che 1 ghiacciolo che si acquista in commercio contiene circa 12 g di zucchero. Moltiplicate per il numero di ghiaccioli che consumate e sommate alle altre fonti di zucchero (gelati, biscotti della colazione, ecc.) e si fa in fretta ad assumerne grandi quantità.

Utilizzare frutta ben matura vi aiuterà a ridurre, se non evitare del tutto, l’utilizzo dello zucchero.

Ghiaccioli al cocomero e al melone

anguria e melone frutta fashon

Perdonate la foto, abbiamo scavato negli archivi del blog per trovare questi ghiaccioli. Anche la Dott.ssa Elena Piovanelli propone ghiaccioli all’anguria, ricordando che da 200 g anguria ricaverete circa 3 ghiaccioli. Ogni ghiacciolo avrà circa 10 Kcal contro le 40-50 Kcal di quelli confezionati.

Ghiaccioli al limone Verdello, al cocomero e lime, al melone e basilico e alla menta

Quando vi spiegammo come preparare la granita, utilizzammo gli stessi composti per preparare anche dei golosi ghiaccioli, molto più veloci da fare. Potete prepararli anche voi, basta seguire la ricetta poi, anzichè disporre il composto in una vaschetta, metterlo negli stampini dei ghiaccioli.

 

Ghiaccioli al te’ ai frutti di bosco ed amarena

ricetta di Rita Mezzini

Vi avanzano bustine di tè e tisane dall’inverno? è ora di smaltirle!

Ingredienti per 10 ghiaccioli

  • 500 di acqua calda
  • 20 g di tè ai frutti di bosco
  • 1 bustina di karkadè
  • 50 g di sciroppo di amarena (Rita ha utilizzato lo sciroppo delle amarene Fabbri; in questo caso anziché aggiungere zucchero, Rita ha aggiunto lo sciroppo)

Procedimento
Scaldate l’acqua, aggiungetevi la bustina di karkadè ed il tè ai frutti di bosco. Lasciate in infusione per 5-6 minuti.

Fate raffreddare il tè, aggiungete lo sciroppo e mescolate bene. Colate negli stampi: Rita consiglia di non riempire completamente lo stampino perché il ghiaccio poi aumenta di volume.

Ponete in freezer per almeno 4-5 ore.

1460 amici sono stati qui 60 amici oggi sono stati qui
avatar

Pensacuoca e Fotomangio

Gli articoli di Pensacuoca e Fotomangio sono quelli scritti a quattro mani. La maggior parte dei nostri articoli nasce così, dopo lunghe trattative su tutto. Lui è preciso, ha un ottimo palato e la pazienza per settare correttamente la macchina fotografica. Lei è quella creativa ma scapestrata.

Aggiungi un commento

Clicca qui per postare un commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Non perderti nessun articolo!

Orgogliosi di essere in

Orgogliosi di essere in

Partecipiamo al

Partecipiamo al

Archives

Seguici su:

 

facebooktwittergoogle+pinterestyoutuberss

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: