ricette

Sweet roll e Nigiri cake

Non sono una grande appassionata di dolci giapponesi, non ne ho assaggiati tantissimi e non sono una grande esperta, però devo dire che mentre nel settore “salato” mi ispira praticamente tutto ciò che ho visto e di cui ho sentito parlare, non posso dire altrettanto dei dolci.

Ho quindi dato spazio alla creatività per pensare a una conclusione di cena degna e in tema col sushi, seppure molto occidentale. La prima ispirazione è arrivata da un dolce assaggiato in una catena di ristoranti giapponese-fusion che quasi nulla ha a che fare con la cucina giapponese se non le forme, che tanto ricordano i maki, e il riso. La seconda ispirazione è arrivata semplicemente dal fatto che, per via del mio stomaco un po’ malandato (temporaneamente), ultimamente mangio tanto riso in tutte le forme (risotti, riso bollito come contorno, torte di riso, ecc.). Il giorno prima della cena sushi avevo preparato l’ennesima torta di riso, in un’ennesima variante. Ho cominciato a fare il sushi e poi ho interrotto per fare merenda con la torta e, nel tagliarmene un quadratino, mi si è accesa la lampadina! Perchè non realizzare dei dolcetti che riprendono le forme del nighiri, da abbinare ai rotolini dolci? Abbiamo anche battezzato, forse senza troppa fantasia, questi due dolcetti “Sweet roll” il primo, ispirandoci alle tante declinazioni occidentali dei maki come ad esempio il California Maki e “Nigiri cake” il secondo.

Sweet roll

per 2 persone:

  • 2 pugni di riso sushi cotto
  • un uovo
  • crema spalmabile: al cioccolato, di arachidi, ecc. quello che preferite!
  • eventuali ingredienti per arricchire il ripieno: nocciole tritate grossolanamente, scagliette di cioccolato, ecc.
  • olio e.v.o.
  • stuoino di bamboo per maki (makisu)

Preparare la frittatina: ungere una padella con un filo di olio; sbattere l’uovo e versarlo nella padella spargendolo in maniera omogenea. Coprire la padella con il coperchio e cuocere a fuoco medio, girando la frittatina quando comincia a solidificare. È pronta quasi subito.

Disporre la frittatina sullo stuoino di bamboo (consiglio: interponete tra lo stuoino e la frittatina un foglio di pellicola). Stendere uno strato compatto di riso su tutta la superficie della frittatina ad eccezione dei bordi laterali e della fascia finale. Condire con un’abbondante striscia di crema spalmabile. Una volta ho provato a farli con una crema spalmabile tipo nutella, un’altra invece ho utilizzato della crema di arachidi (crema di arachidi 100% in vasetto da 200 g a cui ho mescolato un cucchiaio di miele di acacia) e impreziosito con scagliette di cioccolato Venchi (prendete una tavoletta di cioccolato e graffiatela con la lama del coltello in modo da ottenere dei trucioli). Arrotolare come fosse un maki. Tagliare a rondelle.

Nigiri Cake

Anzitutto vi serve una torta di riso: potete utilizzare la torta di riso “semplice” del Ghirone, la golosissima torta di riso al latte di mandorle o fare variazioni sul tema. Questa volta io ho arricchito la torta di riso semplice trasformandola in una vera goduria!!!

Torta di riso “il ghirone”

  • 1 litro di latte di nocciole
  • 300 g di riso
  • 200 g di miele di acacia
  • scorza di un’arancia grattugiata finemente
  • 3 uova
  • 30 g di cacao amaro

Mettete a cuocere il latte con il cacao e la scorza di arancia in una casseruola antiaderente e, quando bolle, versatevi il riso. Fate cuocere il riso per il tempo di cottura indicato sulla confezione (solitamente 10-15 minuti). Di tanto in tanto controllate come procede la cottura; fate cuocere il riso tenendo la fiamma al minimo e mescolando abbastanza spesso.

Nel frattempo rompete e sbattete le uova, aggiungete il miele e mescolate bene. Una volta pronto il riso aggiungete il composto di miele e uova e lasciate riposare per 2 ore.

Passato quel tempo versate il composto in una tortiera foderata con carta da forno e infornate a 180° per circa 45 minuti.

Per i Nigiri Cake:

  • qualche rettangolino di torta di riso
  • crema spalmabile: in questo caso crema di arachidi, ottenuta come sopra descritto
  • guarnizione: nel caso specifico nocciole tritate grossolanamente

Tagliate il rettangolino di torta, spalmateci sopra un po’ di crema e intingetelo dalla parte della crema nelle nocciole tritate grossolanamente o nell’ingrediente da voi scelto.

Abbiamo intenzione di continuare queste esperimenti combinando il riso con diversi ingredienti per offrire una gamma di dolci che ricercano il contrasto tra sapori e consistenze tipico della cucina giapponese. Vi terremo aggiornati, come sempre, stay tuned!

1786 amici sono stati qui 5 amici oggi sono stati qui

Pensacuoca e Fotomangio

Gli articoli di Pensacuoca e Fotomangio sono quelli scritti a quattro mani. La maggior parte dei nostri articoli nasce così, dopo lunghe trattative su tutto. Lui è preciso, ha un ottimo palato e la pazienza per settare correttamente la macchina fotografica. Lei è quella creativa ma scapestrata.

2 commenti

Clicca qui per postare un commento

Ti è piaciuto? non ti è piaciuto? lasciaci un commento!

  • che idea! complimenti:)
    grazie per la partecipazione con tutte le 3 ricette che ho inserito nell’elenco dei partecipanti-
    che dire.. in bocca al lupo!!

    • Siamo proprio contenti che ti piaccia! Non puntiamo sicuramente a vincere, abbiamo visto ricette strepitose che se lo meritano più di noi, in questo caso l’importante è partecipare a una bella raccolta di ricette fusion :)

Non perderti nessun articolo!

Orgogliosi di essere in

Orgogliosi di essere in

Partecipiamo al

Partecipiamo al

Archives

Media of the day

Acqua&Menta è membro di

aifb associazione italiana food blogger

Seguici su:

 

facebooktwittergoogle+pinterestyoutuberss

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: